vivere in un loft

Vivere in un loft: 5 cose che deve sapere chi fa questa scelta

A furia di vedere serie tv e film americani, a chiunque sarà balenata almeno una volta l’idea di andare a vivere in un loft. Di grande tendenza e probabilmente diversa dalle abitazioni di tutti i vostri amici, è una soluzione che sta prendendo sempre più piede. Sul fatto che sia un’idea affascinante, non ci sono dubbi, ma prima di fare scelte affrettate è bene fare i conti con la realtà.

Innanzitutto un loft è un grande spazio unico, arioso, suddiviso al massimo da un soppalco. I primi esempi di loft sono comparsi a New York intorno agli anni Sessanta ed è per questo che tale tipologia spopola nelle produzioni televisive e cinematografiche americane.

Il primo fattore da non sottovalutare è che il loft non è un genere di abitazione adeguato ad una famiglia con figli. Non solo perché è privo di stanze private e, mancando la privacy, sarebbe molto facile vedere i propri figli litigare spesso, ma anche perché caratteristica fondamentale di questo tipi di abitazione è il soppalco che rischierebbe di diventare molto pericoloso per i più piccini. Per una o due persone, invece, si tratta di una soluzione perfetta e, soprattutto, molto facile da pulire.

Non ci sono inutili suddivisioni ed il tutto risulta inaspettatamente intimo e accogliente, nonostante ci si possa far trarre in inganno dall’apparente senso di dispersione dovuto alle grandi dimensioni. La terza cosa da sapere, invece, è un vantaggio: spesso il prezzo del loft, che come quello di tutti gli immobili viene calcolato a metro quadrato, è vantaggioso.

La residenza si sviluppa infatti in altezza motivo per cui in pochi, e dunque economici metri quadrati, si potrà ricavare una bella, ampia e accogliente casetta. Le grandi vetrate che solitamente contraddistinguono un loft donano moltissima luce ma la quarta cosa da sapere è che spesso sono posizionate da una sola parte e l’illuminazione può rivelarsi eccessiva in alcuni momenti della giornata e insufficiente in altri.

È bene quindi tenere in considerazione l’istallazione di spesse tende oscuranti. L’ultimo, ma fondamentale, aspetto negativo potrebbe inoltre essere la dispersione di calore per cui aspettatevi ingenti bollette per il riscaldamento. Se decidete di andare a vivere in un loft, acquistandone uno o trasformando il vostro grande magazzino è importante rivolgersi a un esperto in grado di fugare ogni dubbio circa destinazione d’uso e problemi catastali.

È importante essere in regola non soltanto per eventuali controlli ma anche perché come tipologia esso rientra nella categoria di laboratorio e trasferire lì la residenza potrebbe essere un problema. In sostanza si potrebbero avere dei problemi in quanto non verrebbero concessi i privilegi fiscali riservati alla prima abitazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *