broker non convenzionali

Broker non convenzionali: la scelta della banca per fare trading

Azioni, obbligazioni, valuta, materie prime: ormai tramite il trading online e grazie alle potenzialità del web, è possibile investire, standosene comodamente seduti davanti al pc, in qualsiasi prodotto finanziario, proprio come un classico operatore di Borsa.

I broker online cosiddetti “convenzionali” sono sempre di più e sempre più sicuri ed efficaci, ma resta alto il numero di investitori – o aspiranti tali – che preferiscono affidarsi alle banche. Queste ultime, che possiamo definire “broker non convenzionali”, hanno capito l’importanza di immettersi in un simile mercato, adeguando di conseguenza la propria offerta per accontentare una fetta sempre più larga di clientela interessata al trading online.

Chi cerca delle piattaforme opzioni binarie, o un buon forex broker per operare nel mercato delle valute, o comunque un supporto per investire nel proprio asset preferito, ha quindi una scelta sempre più ampia davanti agli occhi. Deve però stare attento e utilizzare determinati parametri per muoversi durante la ricerca e per scegliere la banca che fa al caso suo. Vediamo quindi quali sono questi parametri fondamentali.

Per prima cosa, il futuro investitore deve tenere gli occhi aperti sulle commissioni richieste dalle banche per ogni compravendita. Si tratta di un fattore di importanza capitale, perché in caso di commissioni troppo alte, parte del guadagno accumulato con l’investimento andrà ad essere spesa solo per pagare la banca.

Stesso discorso per il costo della piattaforma: valutatene alcuni, mettete a confronto banche e broker convenzionali e poi decidete con tutta calma. Attenzione quindi al canone annuo e, nel caso, a quello mensile, costi che il cliente si vedrà addebitare quando meno se lo aspetta, ma che può comunque monitorare fin dalle primissime fasi.

Infine date un’occhiata anche alle promozioni, premi periodici che il trader può eventualmente ricevere se si dimostrerà un ottimo investitore. In questo caso dovrete stare ancora più attenti, perché le promozioni cambiano nel tempo e dovrete quindi seguire costantemente le news relative alle vostre banche preferite.

Questo per quanto riguarda l’aspetto economico, ma la scelta non può dipendere solo da quanto si andrà a spendere. Incidono parecchio anche l’affidabilità del servizio offerto, il livello tecnico della piattaforma per il trading, il numero di strumenti garantiti per svolgere in tutta sicurezza i propri investimenti, il servizio di assistenza e le guide messe a disposizione dei clienti per imparare le basi del mestiere. I parametri sono tantissimi, ma con un po’ di pratica saprete districarvi e potrete scegliere la banca che fa al caso vostro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *